L’introduzione della fatturazione elettronica tra soggetti privati (B2B) in Italia sarà scandita da due tappe come previsto dal Decreto Legislativo n°127 dell’agosto 2015. Tutto avrà inizio il prossimo 1° luglio quando l’Agenzia delle Entrate rilascerà una piattaforma per la creazione, l’emissione e la conservazione delle fatture in formato elettronico, mentre l’introduzione sarà dal 1° gennaio 2017 quando il Ministero dell’Economia e delle Finanze metterà a disposizione il Sistema di Interscambio (SDI) che consentirà a tutti gli effetti la veicolazione dei flussi di fatturazione tra soggetti attivi e passivi.

Le imprese che aderiranno fin da subito alla fatturazione elettronica B2B potranno beneficiare degli incentivi fiscali previsti e avranno il vantaggio di essere già strutturate. La fatturazione elettronica B2B è un provvedimento complementare all'entrata in vigore della fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione, già obbligatoria dal 2015, e anch'essa correlata al programma dell'Agenda per l'Italia Digitale (AGID) che rimanda all'Agenda Digitale Europea, un'iniziativa comunitaria che punta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione per favorire l'innovazione, la crescita economica e la connettività. Si segnala che l’obbligatorietà e già stata introdotta in altri Paesi europei, mentre in Italia è stimata in circa 3 anni, ossia entro la fine del 2020.

L'introduzione della fatturazione elettronica tra privati condurrà all'automazione e allo snellimento dei processi amministrativi, dove la professionalità di Auditor e Commercialisti svolgerà un ruolo indispensabile nel convalidare il sistema di controllo aziendale e l’integrità dei flussi di fatturazione. L’importanza dunque dell’assurance e della compliance nei processi di fatturazione elettronica favorirà l’integrazione con i servizi bancari di incasso/pagamento e conseguentemente darà seguito a logiche di supply chain finance.

Nuove procedure per garantire l’affidabilità dei processi 

L’affidabilità è dunque alla base dei processi di fatturazione elettronica B2B e per garantirla sarà necessario:

  • Garantire le procedure contabili ed amministrative interne all'azienda emittente;
  • Garantire la validità delle operazioni sottostanti i flussi di fatturazione;
  • Verificare le condizioni di pagamento contrattualmente concordate tra cliente e fornitore e la condivisione delle stesse con la banca di riferimento.

L’importanza e l’affermazione di nuovi standard

Un altro aspetto che caratterizzerà l’introduzione della fatturazione B2B sarà la tendenza alla semplificazione e alla standardizzazione verticale dei processi. In questo orizzonte, i possibili modelli di fatturazione elettronica potranno essere caratterizzati da:

  • L'adozione di un formato standard (es. EDI o XmlPA)
  • L'interazione del Sistema di Interscambio con il canale bancario per la trasmissione dati all'Agenzia delle Entrate
  • Semplificazione degli adempimenti fiscali.

Il sistema degli incentivi

In linea con la prospettiva di semplificazione, già a partire dal 1° gennaio 2017 le imprese che aderiranno alla fatturazione elettronica saranno automaticamente inserite nel programma di incentivi previsti dal decreto legislativo n°127/2015:

  1. Stop agli ADEMPIMENTI CONTABILI IVA per soggetti di minori dimensioni; 
  2. Stop alle comunicazioni relative allo SPESOMETRO; 
  3. Stop alle comunicazioni BLACK LIST;
  4. Stop alle comunicazione degli acquisti effettuati da operatori di SAN MARINO;
  5. Stop ai modelli INTRASTAT;
  6. Stop alla comunicazione dati relativi ai contratti stipulati dalle SOCIETÀ DI LEASING;
  7. Priorità per i RIMBORSI IVA ENTRO 3 MESI dalla presentazione della dichiarazione.

L’introduzione della FEB2B porterà quindi la possibilità di ricevere incentivi fiscali, una maggiore efficienza all’interno dell’azienda e un risparmio significativo nella gestione del processo di fatturazione.

Per domande e per approfondire gli argomenti precedentemente descritti è possibile contattare tramite mail o LinkedIn il Partner di Si-ged:

Andrea Marsilio

PARTNER SI-GED 

Business Performance Service

Email: a.marsilio@si-ged.it

Mobile:+39 338 1808460