finale campionato fresatori randstad 2016: scopri i risultati

24/11/2016 12:33:05

Finalissima del campionato fresatori. Ecco i risultati.

Il miglior fresatore italiano? Mauro Citati, 20 anni, di Modena, diplomato in grafica pubblicitaria. È questo il verdetto della finale nazionale del Campionato Fresatori Randstad 2016, che si è tenuta giovedì 17 novembre a Piacenza, presso il Centro Tecnologico Applicativo Siemens, il TAC.
Al secondo posto del podio è salito Matteo Bologna, perito meccanico 19enne di Ravenna, e al terzo Marco Fontana, giovane di 32 anni di Gallarate.

Nel corso della tanto attesa finale del Campionato Fresatori, sotto lo sguardo attento di 15 aziende del settore, l’abilità dei migliori giovani programmatori di macchine utensili è stata messa alla prova con un esercizio di programmazione di una fresa a controllo numerico, da svolgersi utilizzando tre simulatori del controllo numerico Siemens Sinumerik, di solito montati sulle macchine utensili.
I tre programmatori autori dell’esercizio migliore si sono poi sfidati nella realizzazione di un pezzo di fresatura, impiegando una vera fresa a controllo numerico. Oggetto di valutazione delle prove finali sono state, dunque, sia competenze di meccanica, sia competenze tecnico-informatiche.

Le 12 tappe della prima edizione del Campionato Fresatori, durante le quali sono stati selezionati i finalisti, hanno visto la partecipazione di centinaia di giovani: un tour che dal 17 ottobre al 17 novembre ha girato 12 città di quattro diverse regioni, Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna.

Questa importante iniziativa - promossa da Randstad Technical in collaborazione con Siemens e patrocinata da Ucimu, associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione, con la partecipazione di Cnos-Fap - è nata con l’obiettivo di valorizzare una figura professionale molto richiesta dalle aziende, ma scarsamente disponibile con l’adeguata abilità ed esperienza sul mercato del lavoro italiano: il fresatore, appunto.

Randstad Technical e Siemens, unendo le proprie diverse, elevate competenze in ambito metalmeccanico, metallurgico ed elettrotecnico (di selezione l’uno e di produzione l’altro), hanno inteso dimostrare ancora una volta il loro impegno per la formazione di profili professionali in linea con i bisogni più attuali del mercato del lavoro italiano.
Il Campionato Fresatori rappresenta, infatti, una preziosa occasione per i giovani programmatori di macchine utensili per mettere alla prova e far emergere le loro abilità e inserirsi nel mondo del lavoro, venendo a costituire un importante valore aggiunto per le imprese del territorio - è quanto affermato da Fabio Rocchi, Project Manager di Randstad Technical.

Domanda e offerta di lavoro specialistico s’incontrano, dunque, grazie a Randstad e Siemens in quello che può esser definito a tutti gli effetti il luogo ideale, il Centro Tecnologico Applicativo Siemens di Piacenza guidato da Nicodemo Megna.
Il TAC di Siemens è la sede più indicata per una formazione a 360 gradi in cui teoria e pratica convivono a pari livello - quella formazione necessaria per operare nell’industria manifatturiera del futuro, lo SmartManufacturing, fatto di alta tecnologia e soluzioni innovative. A completare il quadro dell’attività del TAC sono le parole di Filippo Giannini, Head of Machine Tool Systems di Siemens Italia, secondo cui il Centro Siemens conferma il suo impegno per la formazione e la crescita di nuovi profili professionali non solo in qualità di partner tecnologico del Campionato Fresatori Randstad, ma anche offrendo agli studenti di scuole tecniche e professionali l’opportunità di conoscere da vicino l’Industry 4.0.

Non a caso, i tre più abili fresatori italiani avranno l’opportunità di seguire un corso di formazione sulla programmazione di macchine a controllo numerico proprio presso il TAC Siemens di Piacenza.

Guarda il video della tappa di Casalecchio:

categorie News Aziende