come creare una password a prova di hacker: 6 utili consigli

15/06/2018 15:09:41

creare una password sicura La questione della sicurezza aziendale è più urgente che mai. Gli attacchi informatici crescono anno dopo anno e le aziende, soprattutto quelle europee, sono lente ad accorgersi delle violazioni. Per non cadere nella rete degli hacker, le società devono partire dalla base: cioè, devono creare password sicure a difesa dei sistemi aziendali interni. Può sembrare banale, ma non lo è. Si pensi solo al fatto che nel 2017 la chiave di accesso più utilizzata è stata “123456”, e al secondo posto c’è la parola “password” usata proprio come password.

Quali sono, quindi, i suggerimenti che possiamo seguire per garantire sicurezza e privacy all’azienda? Ecco 6 trucchi per scegliere una password sicura, efficiente e a prova di hacker. Difficile da decifrare ma anche facile da ricordare.

1. Seguire la logica della passphrase

Se l’imprevedibilità è una condizione imprescindibile quando si crea una password, dobbiamo anche considerare il fatto che deve essere ricordata. È qui che entrano in gioco le passphrase: insieme di parole che si trasformano in stringhe alfanumeriche. Facciamo un esempio: la frase “Ieri sera sono andato a dormire alle 9” trasformata secondo la logica della passphrase diventa “IsSaAdA9”. Questa parola chiave è imprevedibile, combina lettere e numeri, maiuscole e minuscole e allo stesso non è difficile da memorizzare. Più sono creative, più le password diventano difficili da decifrare. Trasformate, ad esempio, le S in $ e le o in 0 (zero), scegliete il titolo di un film o il verso di una canzone. 

2. Scrivere la password al contrario

Un’altra tecnica da seguire è quella di scrivere una frase – sempre imprevedibile e senza nessi logici che la colleghino all’account - al contrario, meglio se lunga. Ad esempio, la frase “Vorrei vivere in Australia” diventa “ailartsuAnIereviVierroV”. Se aggiungiamo a questa chiave caratteri speciali, numeri e maiuscole, rafforzeremo la sua inviolabilità. 

3. Usare la tecnica del padding

Gestire una password sicura seguendo la tecnica del padding vuol dire aggiungere – letteralmente imbottire – una frase con simboli ripetuti sia all’inizio che alla fine. Una parole chiave come “oggihomessolamagliettaverde” con il paddig diventa: “oggihomessolamagliettaverde555555”, o “!!!!!!oggihomessolamagliettaverde11111”, o ancora “%%%%%%oggihomessolamagliettaverde”. 

4. Farsi aiutare dalla tecnologia

La tecnologia ci dà sempre una mano. Se vogliamo creare una chiave di accesso efficace e inviolabile, ma siamo poco creativi, ci sono molti generatori di password online che possono servire a questo scopo. Inoltre, esistono parecchie app che aiutano a gestire in sicurezza tutto il set di password utilizzate e lasciate in giro per la rete.  

5. Utilizzare sempre password diverse

Gli ultimi due consigli per creare una password sicura riguardano la modalità di gestione delle chiavi di accesso. Come prima cosa è bene scegliere password diverse per diversi account: in questo modo, in caso di hackeraggio non tutti i sistemi verranno compromessi. 

6. Cambiare la password periodicamente 

Così facendo, l’hacker non avrà il tempo di decriptare la precedente che abbiamo già inserito la successiva.
In conclusione, l’obiettivo che si deve sempre tenere a mente quando si crea una password è quello di aumentare la casualità nella relazione tra le parole che scegliamo, renderla imprevedibile: in questo modo, infatti, decifrarne la sequenza può essere difficile anche per l’hacker più navigato.

categorie News Aziende , privacy