arriva la dieta tecnologica per disintossicarsi da smartphone e tablet

11/03/2015 16:54:46

Lavoratori sempre connessi grazie a device tecnologici più potenti e performanti, ma è un bene? In alcuni Paesi si adottano già le prime misure per limitare l'esposizione alle email di lavoro nel weekend e durante le vacanze. Ne parla la ricerca Talent Trends 2015, condotta da Randstad Sourceright.

Telefoni cellulari, pc portatili e tablet ci assicurano di essere sempre a un clic di distanza dai nostri colleghi.

Ma nonostante si facciano sempre più strada concetti come il “worliday” (vacanza-lavoro), alcuni lavoratori cominciano ad opporsi a questo stile di vita e le aziende a cogliere questa necessità e a dettare nuove regole per una dieta tecnologica più sana.

In Francia, ad esempio, un milione di lavoratori sarà dispensato da qualsiasi email o telefonata di lavoro dopo le 18. Aziende e sindacati hanno firmato un accordo in cui stabiliscono che nessuna comunicazione di lavoro può essere spedita fuori dall’orario lavorativo, un patto che coinvolge anche alcune grandi aziende del settore tecnologico e della consulenza come le sedi francesi di Google, Deloitte e PwC.

In Germania, la Volkswagen ha deciso di impedire ai Blackberry aziendali di spedire email ad alcuni dipendenti quando non sono in servizio. Il Ministro del lavoro tedesco ha diffidato i manager dal telefonare o inviare email al proprio staff oltre l’orario di lavoro se non in caso di emergenza: un atteggiamento in linea con le politiche di Volkswagen e Deutsche Telekom.

Un'altra soluzione elaborata dai sostenitori della “dieta tecnologica” per disintossicarsi da email e messaggi di lavoro è il cosiddetto “unplugged weekend” (“weekend scollegato”), una tre giorni a cui i lavoratori partecipano con altri colleghi dedicandosi ad attività di gruppo come la pittura, lo yoga o il teatro, naturalmente senza la possibilità di accedere a dispositivi elettronici.

Secondo la ricerca Talent Trends, condotta da Randstad Sourceright, quasi il 79% dei partecipanti è convinto che mantenere il passo con una tecnologia in così rapida evoluzione sia una sfida. Anche per questo è fondamentale seguire da vicino il modo in cui questa tecnologia influirà sulla produttività delle organizzazioni. Non è chiaro, infatti, quanto i lavoratori che si sentono in qualche modo obbligati a rispondere alle email durante le ferie siano ben disposti al lavoro una volta rientrati in ufficio. E anche se ancora la vasta maggioranza dei lavoratori continua a rispondere alle email durante le vacanze (il 71% secondo l'analisi di British Airways Business Life), dopo l’orario di lavoro o nei fine settimana, le aziende e i dipendenti che scelgono di seguire una dieta tecnologica potrebbero aumentare nel 2015.

Scopri i 5 consigli per una dieta tecnologica efficace in azienda.