perché l’employer brand è importante per il recruiting e in cosa è diverso dal consumer brand.

17/01/2017 17:41:26

Il consumer brand è fondamentale per una serie di scopi. Rappresenta una promessa di valore, veicola un’immagine positiva dell’azienda, dei suoi prodotti o servizi. E’ un pilastro sul quale costruire una strategia vincente. Le aziende di solito investono grandi quantità di energie e denaro per costruire e consolidare il proprio brand. L’employer brand è qualcosa di molto diverso, anche se condivide con il consumer brand alcune caratteristiche.

I pubblici di riferimento del consumer brand e dell’employer brand potrebbero non avere nulla in comune, oppure sovrapporsi parzialmente. Ad esempio, in un’azienda che produce server, probabilmente nessun dipendente sarà il target della comunicazione di prodotto. La percezione dei dipendenti di quell’azienda rispetto al brand sarà totalmente diversa dall’immagine che hanno in mente i potenziali clienti.

Possiamo dire che l’employer brand sta al successo di un’azienda nel recruiting come il consumer brand sta al suo successo sul mercato. Se recentemente avete provato ad assumere dei professionisti IT nelle aree ad oggi di maggior sviluppo – mobile, analytics, cloud, sicurezza, ecc. – saprete quanto tale compito può essere difficile. Con un’impennata nella domanda e un numero di professionisti di queste discipline che non cresce di pari passo, i candidati di talento hanno il lusso di poter scegliere.

scopri l'ebook gratuito  l'employer branding in 6 passi 

Sfortunatamente, anche se vi occupate delle tecnologie più innovative e interessanti, se i candidati percepiscono l’azienda come “seriosa” o poco stimolante, vi troverete in enorme svantaggio nell’assunzione dei migliori talenti sul mercato. Solo perché il vostro consumer brand è rispettato e riconosciuto, non significa automaticamente che la vostra azienda è percepita come un posto desiderabile in cui lavorare.

Capire cosa i candidati pensano della vostra azienda come potenziale datore di lavoro è cruciale. Ogni interazione fra la vostra azienda e i potenziali dipendenti plasmerà la loro percezione del vostro employer brand: contatti con gli attuali dipendenti, esposizione alla comunicazione aziendale, media, processi di selezione, ecc.

Curare l’employer brand con la stessa attenzione prestata al consumer brand aiuterà ad accorciare i tempi di selezione, differenziare la società dai competitor, attrarre e trattenere i talenti più giusti per raggiungere gli obiettivi di business dell’organizzazione.

Programmi di employer branding ben congegnati, pianificati nel dettaglio ed eseguiti con metodo, permettono anche alle aziende che operano in settori tipicamente più conservativi e meno dinamici di posizionarsi – nel percepito dei potenziali dipendenti – come datori di lavoro attrattivi, che offrono opportunità interessanti, innovative e gratificanti. 

Siete interessati a scoprire come altre aziende hanno creato e implementato con successo strategie di employer branding? Ecco le case histories di Ferrero, Microsoft, Ikea e Google.

vuoi leggere più articoli sull'employer branding?

clicca qui
categorie Employer Branding