come umanizzare un employer brand: ecco di che cosa hai bisogno

20/12/2017 17:08:46

Oggi rendere più umano il proprio employer brand è di fondamentale importanza per attirare a sé i migliori talenti: dare ai candidati un’immagine più “umana” della propria organizzazione contribuirà ad aumentare l’interesse nei confronti dell’azienda, oltre a instaurare sin da subito un legame più o meno profondo con loro. Ma come fare per umanizzare il proprio employer brand? Ecco quali sono le caratteristiche da sviluppare e la migliore strategia da adottare.
Le caratteristiche di un employer brand “umano”

1 – Identità

Per essere più “umano” devi innanzitutto capire chi sei e creare l’identità della tua azienda, qualcosa che sia facile da notare e ricordare, con la quale i candidati possano confrontarsi e, magari, anche riconoscersi. La brand identity è composta da vari fattori: cultura aziendale, opportunità, personale e benefits. Cerca di presentare al meglio online questi elementi, cercando di valorizzarne i punti di forza.

2 – Empatia

L’empatia è una caratteristica che ci rende umani: bisogna tener presente le aspettative, i desideri e le opinioni del pubblico al quale ti rivolgi. In tal senso, ad esempio, usa i social media: sono utili sia per rilevare i trend tra i candidati, sia per comunicare con loro, renderli partecipi e suscitare il loro interesse.

3 – Comunicazione

Questo elemento è strettamente legato al precedente: l’abilità e la predisposizione a comunicare, infatti, contribuiranno di certo a creare un’immagine più umana della tua azienda. Innanzitutto, aggiorna spesso il tuo sito e le tue pagine social, con informazioni e notizie riguardo la tua attività. Inoltre, se un candidato ti scrive, anche solo per chiedere informazioni, o se invia un’autocandidatura, non ignorarlo, rispondigli in ogni caso, altrimenti otterrai esattamente l’effetto opposto: darai, infatti, l’immagine di un’azienda fredda e chiusa, senza contare che ciò potrebbe influire sulla tua reputation. Infine, non sottovalutare l’ipotesi di poter trovare, grazie a una comunicazione efficace, dei validi collaboratori, anche esterni: se un candidato si interessa alla tua azienda, anche quando non ci sono posizioni aperte, vuol dire che è realmente motivato.

La migliore strategia per umanizzare la tua azienda

1 – Valuta la tua azienda

Come prima cosa, per intraprendere una vera e propria strategia di “umanizzazione” della tua organizzazione, devi fare un po’ di autocritica: l’employer brand, infatti, corrisponde al biglietto da visita della tua azienda, ad un’immagine della sua personalità. Prova, quindi, a vederti con gli occhi di un candidato e chiediti se stai comunicando in maniera efficace e se i tuoi valori e i tuoi obiettivi risultano ben chiari.

2 – Sottolinea l’unicità del tuo personale

La forza di un’azienda si basa sulle persone che la compongono. Per questo motivo devi valorizzare al massimo il tuo personale e far capire al tuo pubblico di candidati che i dipendenti sono al centro di tutto, che è grazie a loro se l’azienda ha raggiunto determinati traguardi e che per questo vengono debitamente compensati. Ovviamente, non bisogna mentire. Utilizza innanzitutto dei sondaggi per valutare la soddisfazione dei tuoi dipendenti e parti da qui per migliorarti e per poter così presentare una reale immagine del personale, affinché i candidati abbiano un’idea completa di cosa significhi lavorare nella tua impresa.

3 – Sviluppa team più forti

Per umanizzare il tuo brand devi investire sui tuoi dipendenti e sulle loro competenze. Devi cercare, in sostanza, di creare dei team forti e per farlo servono anche l’empatia e la comunicazione, oltre che l’organizzazione: sii presente per loro, segui il loro lavoro, fornisci loro consigli e corsi di formazione e premiali al raggiungimento degli obiettivi. Otterrai non solo un aspetto più umano, ma anche una maggiore produttività e una maggiore soddisfazione del personale.

4 – Usa il tuo brand per attirare candidati e clienti

La brand reputation è la base di tutto: senza una buona reputazione, la tua azienda non potrà mai apparire più umana e di certo non riuscirai ad attrarre i migliori talenti, né tanto meno i clienti. Cura molto la tua reputazione online ma non solo: utilizza, ad esempio, delle testimonianze dei dipendenti per mostrare chi sei e per presentare ai candidati l’immagine di un team unito, produttivo e realizzato a livello professionale.

5 – Investi sul potere del tuo brand

La tua immagine aziendale è potente e può influenzare il modo in cui il mondo ti considera. Secondo LinkedIn, le aziende con brand forti ottengono il 43% di risparmi sul costo delle assunzioni. Da ciò, appare evidente che se oggi investi nel tuo brand, domani potrai ottenere risultati sorprendenti. 

categorie Employer Branding