lavoro in somministrazione e pubblica amministrazione: la best practice dell’asl di aosta.

Il nuovo Codice degli Appalti richiede alla pubblica amministrazione un nuovo approccio strategico sia in relazione all’analisi del fabbisogno che alla gestione del contratto di appalto. Sono richieste nuove competenze di project e process management che comportano un aggiornamento delle skills di tutto il personale dell’ufficio amministrativo e delle risorse umane.
La divisione Inhouse di Randstad, specializzata nella consulenza hr e gestione del personale direttamente all’interno delle aziende, consente ai propri clienti di ottimizzare i processi ed aumentare l’efficienza aziendale sia in termini economici che in termini organizzativi. Questo servizio, ampiamente consolidato per le aziende private, è stato messo in pratica anche nel settore della pubblica amministrazione, portando un’ottimizzazione dei servizi gestionali ed un risparmio di costi e tempo.

 

Perché scegliere una soluzione inhouse

La decisione di optare per una soluzione Inhouse è stata motivata dalla necessità di avere un servizio ad hoc a fronte di un considerevole volume di lavoratori somministrati: all’interno dell’ASL di Aosta sono impiegati, infatti, all’incirca 240 lavoratori somministrati (con almeno un 80% di lavoratori stabilizzati, ovvero assunti a tempo indeterminato proprio da Randstad), con una conseguente gestione amministrativa piuttosto gravosa.

Il processo.

  • Per poter migliorare la gestione delle risorse, il primo passo è stato quello di effettuare un’analisi dei bisogni dell’ASL di Aosta per poter implementare una serie di progetti specifici, tra cui la predisposizione di un piano amministrativo in grado di superare alcune criticità gestionali preesistenti. 
  • Accanto all’aspetto amministrativo, una delle prime attività messe in atto è stata la mappatura dei profili, attraverso un piano di reclutamento, anche per i profili specializzati (ad esempio infermieri, Oss, autisti del 118, logopedisti, pedagogisti, tecnici di radiologia e tecnici di laboratorio). Considerato il ventaglio molto ampio di profili, è stato necessario verificare il possesso da parte dei lavoratori delle certificazioni richieste per la specifica mansione. 
  • Un’altra importante area di analisi ed intervento da parte del team Randstad ha riguardato il fenomeno dell’assenteismo: attraverso l’implementazione di una serie di strumenti e di attività (tra cui la mappatura degli aspetti recidivi e delle assenze, l’organizzazione delle visite fiscali), al fine di comprendere in che modo gestire le criticità esistenti, si è intervenuti con l’obiettivo di ridurre l’impatto di tale fenomeno, per garantire una maggiore efficienza a del servizio pubblico. In tal senso, gli Account specialist, ovvero il personale Randstad messo a disposizione dell’ASL per la gestione dei lavoratori somministrati, sono diventati un importante punto di riferimento per la comunicazione delle malattie e più in generale per la gestione dell’assenteismo, fornendo un supporto sia ai lavoratori che al cliente. 
    Nel corso del trimestre marzo-giugno 2017 il fenomeno è stato ridotto di quasi un punto e mezzo (dal 3.81% al 2.62%), portando un miglioramento dell’efficienza interna dell’azienda ospedaliera.
  • Non da ultimo, è stato svolto un importante lavoro di riqualificazione dei lavoratori somministrati, con contratto in scadenza, attraverso diversi percorsi formativi: in particolare sono stati attivati due percorsi di training, uno per autisti del 118 e un altro per il bilinguismo italiano- francese (requisito frequentemente richiesto in Valle d’Aosta), in modo tale da consentire ai lavoratori di acquisire un punteggio maggiore ai fini della partecipazione ad eventuali concorsi pubblici. 
    n questo piano d’azione hanno avuto un ruolo fondamentale i due Account specialist che, grazie alla loro presenza costante in azienda, hanno portano avanti una serie di attività (inclusa la gestione di un’area di ricevimento specifica per i lavoratori somministrati), ad alto valore aggiunto sia per i lavoratori che per l’amministrazione pubblica. 

 La best practice di questo progetto presso l’asl di Aosta sottolinea quanto il nuovo rapporto tra pubblico e privato, unito ad un approccio metodologico orientato alla qualità, innovazione, puntualità e competitività, restituisca all’impresa un miglioramento concreto in un’ottica di “saving” prima ancora che di “spending review“. 

Sei interessato ai servizi di Inhouse Service? Contattaci!

 
< torna alla pagina precedente