Incentivi assunzioni over 50: le agevolazioni previste per il 2018

La Riforma del Lavoro del 2012 ha introdotto degli importanti incentivi destinati alle assunzioni dei disoccupati ultracinquantenni. Queste significative agevolazioni per i datori di lavoro sono applicabili anche nel 2018. Vediamole nel dettaglio.

I requisiti necessari per i lavoratori 

Gli incentivi previsti per le aziende che assumono lavoratori over 50 riguardano disoccupati da almeno 12 mesi che siano registrati presso il centro per l’impiego di appartenenza e il cui stato di disoccupazione persista da più di 12 mesi. Si può usufruire di questi sgravi fiscali sia per i contratti a tempo determinato, sia per quelli a tempo indeterminato. In quest’ultimo caso, si parla di uno sgravio del 50% dei contributi INPS o INAIL per un periodo massimo di 18 mesi, nel caso di trasformazione di un precedente contratto a tempo determinato e per i neoassunti anche part-time.

Per i contratti a tempo determinato, invece, è sempre prevista l’agevolazione del 50% dei contributi INPS o INAIL, ma le condizioni sono differenti: si può usufruire degli sgravi per un periodo massimo di 12 mesi, ma anche per i neoassunti in somministrazione o part-time.

Gli incentivi per l’assunzione delle donne

Un capitolo specifico va dedicato alle donne, per le quali non conta solo l’età. È infatti previsto uno sgravio fiscale del 50% dei contributi INPS e INAIL per un periodo massimo di 18 mesi, sulla base di specifici requisiti che, nel caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato sono:

- donne di ogni età disoccupate da almeno 6 mesi e residenti in aree svantaggiate, ossia zone interessate dai finanziamenti di fondi strutturali dell’UE, secondo quanto disposto dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 27/03/2008;

- donne di ogni età, disoccupate da almeno 6 mesi, assunte in settori lavorativi o per ricoprire posizioni dove si registra un’accentuata disparità di genere, con un tasso di almeno il 25% in più rispetto alla media occupazionale di genere;

- donne di ogni età disoccupate da almeno 24 mesi, indipendentemente dall’area di residenza.

Per le assunzioni con contratto a tempo determinato, sono necessari gli stessi requisiti, con la sola differenza che lo sgravio fiscale è applicabile per un massimo di 12 mesi

Le condizioni da rispettare per usufruire degli incentivi

Le aziende, dal canto loro, per avere accesso agli sgravi fiscali legati alle assunzioni di lavoratori ove 50, devono attenersi a determinate condizioni per poter usufruire dei suddetti incentivi:

- l’assunzione, la proroga o la trasformazione di un precedente contratto deve comportare un incremento netto del numero dei dipendenti rispetto alla media dei 12 mesi precedenti. Tuttavia, questo requisito non è richiesto nel caso in cui il posto sia vacante per dimissioni volontarie, sopraggiunta invalidità, decesso, pensionamento, riduzione volontaria dell’orario di lavoro, o licenziamento per giusta causa del lavoratore;

- regolarità nella retribuzione;

- osservanza di tutte le norme in materia di lavoro;

- rispetto del CCNL previsto dal settore di appartenenza.

Come usufruire degli incentivi

Qualora siano soddisfatti tutti i requisiti, sia da parte del lavoratore da assumere che da parte dell’azienda, il datore di lavoro può procedere con la richiesta per poter usufruire degli incentivi per le assunzioni degli over 50. Nella fattispecie, deve inviare una comunicazione all’INPS tramite l’apposito modulo presente online nel Cassetto Previdenziale. Entro il giorno successivo dall’invio della richiesta, l’INPS effettuerà alcuni controlli e darà parere positivo o negativo all’agevolazione. In seguito, l’istituto previdenziale potrà effettuare ulteriori verifiche a posteriori, per accertarsi dell’effettiva presenza di tutte le condizioni necessarie per godere degli sgravi fiscali richiesti.

< torna alla pagina precedente