come migliorare il design del luogo di lavoro per aumentare la produttività

Il design ispira. Anche in ufficio. Spesso, quello della cura e dell’arredamento del luogo di lavoro, è un dettaglio trascurato. Niente di più sbagliato: un ufficio di design può risultare un aspetto fondamentale per aumentare la soddisfazione dei dipendenti, migliorare la loro produttività e l’immagine del brand. Rientra nelle strategie definite di employer branding, ovvero la capacità di un’azienda di attrarre e trattenere i talenti. Quest’attività oggi si rivela essenziale per un business di successo

Uno studio Ipsos del 2017 ha rilevato che il design dell'ufficio influenza il modo in cui le imprese vengono percepite dai potenziali dipendenti: il 55% degli intervistati tra i 35-54 anni - e circa tre quarti dei giovani dai 18 ai 34 anni - ha affermato di avere impressioni positive di aziende che curano lo spazio fisico dove si lavora. Inoltre, su un articolo della rivista scientifica Nature si spiega come le condizioni fisiche dell’ambiente – quali la temperatura a 20 gradi e una buona illuminazione naturale – siano fattori importanti per la felicità e la soddisfazione del personale. Oltre ad essere utili per stimolare la creatività e rafforzare la collaborazione. 

L’ufficio, insomma, non è solo una serie di scrivanie con sopra computer e post it: è uno spazio che va vissuto per tante ore al giorno, dove i dipendenti lavorano, instaurano rapporti di amicizia, arricchiscono le loro vite. Quali sono, quindi, i consigli per migliorare il design del luogo di lavoro? Eccone alcuni. 

Al primo posto ci sono i dipendenti
Bisogna mettere al primo posto i dipendenti. Sono loro, infatti, i primi fruitori dello spazio lavorativo e sono loro che devono essere stimolati e aiutati. È necessario, quindi, pensare a un luogo in cui la loro qualità di vita ci guadagna, lo spazio deve essere rielaborato a loro misura. Questo vuol dire che le risorse devono potersi spostare facilmente tra le postazioni, avere a portata di mano tutto quello che serve loro per svolgere al meglio la mansione (es: articoli di cancelleria, stampanti e scanner, distributori di bevande e snack), riuscire con poco a trovare uno spazio silenzioso per poter fare una call. La regola è: creare uno spazio fisico in cui il movimento e la collaborazione siano promossi. Uno spazio attivo, energico. 

Apportare modifiche semplici
Non c’è bisogno di stravolgere tutto e subito. Il segreto è di apportare dei piccoli, semplici cambiamenti. In questo modo i dipendenti avranno il tempo sia per adeguarsi al nuovo assetto dell’ufficio, sia per apprezzarne al meglio le funzionalità. Musica a basso volume che aiuta la concentrazione, piante verdi che umanizzano l’ambiente e la giusta illuminazione che non stanchi la vista: sono questi gli accorgimenti che possono migliorare il luogo di lavoro.   

La parola d’ordine è flessibilità
Quello che l’azienda ritiene un miglioramento per il design e l’arredamento del luogo di lavoro, può non coincidere con i desideri e i bisogni del personale. È bene, quindi, richiedere dei feedback. In questo senso bisogna essere flessibili, accettare che qualcosa non vada bene, avere una visione globale di uno spazio d’insieme, dove tutti devono stare bene. Ed è solo attraverso il contributo di tutti che questo è possibile. 

Il gioco è una cosa seria
Per lavorare bene ed essere produttivi, i dipendenti devono prendersi i loro momenti di pausa. “Giocare” rafforza le relazioni umane. Non a caso le più grandi aziende al mondo hanno delle zone per stimolare la creatività, delle stanze gioco dove fare uno stop e passare un po’ di tempo insieme. Un biliardino, un tavolo da ping pong, freccette e flipper, saranno degli ottimi alleati per creare ambienti di lavoro creativi e all’avanguardia.

< torna alla pagina precedente