car sharing aziendale: il nuovo volto del welfare

Il concetto di welfare aziendale nel tempo si è evoluto, acquisendo forme sempre nuove e modalità di implementazione diverse. Dai più classici buoni pasto all’assistenza sanitaria integrativa, fino agli abbonamenti per teatro e cinema, il sistema dei flexible benefits per l’azienda è sinonimo di soddisfazione e motivazione dei dipendenti. Tradotto: aumento della produttività e maggiore senso di appartenenza. Oggi, i servizi e i beni non monetari che l’azienda mette a disposizione dei propri collaboratori si arricchiscono di un nuovo elemento: il car sharing aziendale. Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche e i suoi vantaggi. 

Le caratteristiche del car sharing aziendale

Parlare di car sharing non è una novità. Tante sono le realtà innovative, infatti, che forniscono questo servizio, e altrettanti i suoi utilizzatori. Anche in ambito aziendale le necessità di spostamento dei pendolari stanno cambiando. Sono sempre di più, infatti, i lavoratori che vogliono usare una macchina condivisa per recarsi in ufficio o per gestire gli spostamenti durante le ore lavorative e le trasferte in altre città.

Il funzionamento del car sharing al lavoro è molto semplice. La flotta aziendale è gestita tramite macchine in condivisione che possono essere prenotate e utilizzate da chiunque ne abbia bisogno. Come ad esempio: la mattina per andare da casa in ufficio (facendo il giro di tutti i colleghi che devono percorrere la stessa tratta, in un'ottica di car pooling), per recarsi da un cliente a metà pomeriggio o anche per spostarsi nel week end. Alcune aziende, infatti, hanno deciso di estendere l’utilizzo di un’auto condivisa anche nel tempo libero del dipendente. Ed è proprio questo l’aspetto che fa del car sharing un bene di welfare aziendale: tutto il personale che non possiede un veicolo privato, può fare affidamento su quello messo a disposizione dell’azienda, se ne ha la necessità nella vita privata. 

I vantaggi del car sharing aziendale per l’azienda

Al di là dei benefici evidenti per gli utilizzatori, che potranno risparmiare tempo e denaro per andare al lavoro e sentirsi più sostenibili nel loro piccolo, quali sono i vantaggi per l’impresa che decide di affidare la mobilità aziendale a un sistema di car sharing? Eccoli qui riassunti:

  • riduzione delle imposte e dei contributi per il datore di lavoro, essendo i flexible benefits privi di carichi impositivi;
  • riduzione dei costi per la flotta aziendale;
  • diminuzione delle emissioni nocive sia perché spesso i veicoli messi a disposizione sono elettrici o ibridi, sia perché la mobilità è condivisa;
  • riduzione del traffico nelle città;
  • miglioramento delle pressione nelle aree di parcheggio aziendale;
  • riduzione delle assenze al lavoro, conseguenza di una cattiva mobilità pubblica;
  • miglioramento della circolazione pubblica;
  • utilizzo di un sistema di fatturazione e manutenzione centralizzato, innovativo e tecnologico;
  • maggiore flessibilità in termini di utilizzo ed estensione del servizio a chi prima non era coinvolto.

In generale (e questo vale per tutti i servizi e beni non monetari che il datore mette a disposizione dei dipendenti) il car sharing aziendale aumenta il potere d’acquisto dell’azienda e regala soddisfazione e motivazione alle risorse.

< torna alla pagina precedente