le aziende vincitrici 2018.

Sono Automobili Lamborghini, Florim, Coca Cola HBC Italia e IKEA le aziende italiane più attrattive come potenziale datore di lavoro premiate al Randstad Employer Brand Research 2018. 

scopri la ricerca

quali sono i fattori più importanti
nella scelta di un datore di lavoro?

scopri le aziende vincitrici per fattore.

">">

le interviste ai protagonisti.

Tutte le strategie e le best practice per un employer branding efficace; la parola ai vincitori e agli esperti al Randstad Employer Brand Research 2018. 

scopri le video-interviste

Florim vince per il work-life balance.

"Siamo un’azienda grande e strutturata ma cerchiamo di rendere semplici i rapporti interni e la comunicazione a tutti i livelli."

Claudio Lucchese, Presidente di Florim.

Automobili Lamborghini è scelta per 5 fattori EVP.

Lamborghini è al primo posto nella percezione degli italiani per ben cinque fattori:

  • atmosfera di lavoro piacevole,
  • retribuzione e benefits,
  • sicurezza del posto di lavoro,
  • visibilità del percorso di carriera
  • ottima reputazione

Coca-Cola HBC Italia è la prima azienda per solidità finanziaria.

"Investiamo costantemente nello sviluppo delle nostre persone, offrendo un ambiente professionale dinamico e internazionale dove valori come la passione per le sfide e l’impegno per eccellenza sono al centro delle attività quotidiane."

Emiliano Maria Cappuccitti,
Direttore Risorse Umane di Coca-Cola HBC Italia.

IKEA è la prima azienda per CSR.

"La nostra ambizione è quella di essere leader nel settore dell’arredamento generando al contempo un impatto positivo sul pianeta e sulle persone. Siamo orgogliosi di essere riconosciuti come un esempio positivo per le altre aziende e il premio,
per la sua importanza, è la conferma che la strada che stiamo seguendo è quella giusta”.

Stefano Brown,

Sustainability Manager di
IKEA Italia Retail.

vuoi approfondire l'employer branding?

scopri di più

Perché gli italiani restano in azienda.

ecco quali dati sono emersi dalla ricerca.

Il fattore che ha pesato di più sulla scelta è stato il buon equilibrio fra vita professionale e privata (scelto dal 45% degli intervistati), seguito da sicurezza del posto di lavoro (41%), atmosfera di lavoro piacevole (38%), solidità finanziaria (37%) e contenuto di lavoro interessante (36%).
  • Il corretto bilanciamento fra lavoro e tempo libero è il fattore che più contribuisce a trattenere anche i lavoratori fra i 25 e i 44 anni di età (45%) e il segmento che possiede un livello medio di scolarizzazione (46%)
  • i giovani sono maggiormente attratti dalla visibilità del percorso di carriera (34%) e
  • i senior dalla possibilità di raggiungere facilmente il posto di lavoro (42%).
  • i lavoratori col più alto livello di istruzione sono più attenti al contenuto di lavoro interessante (45%).
  • le donne rimangono più fedeli all’azienda in cui lavorano se
    l’atmosfera di lavoro è piacevole (40%),
  • gli uomini danno un’importanza maggiore alla solidità finanziaria (41%).

vuoi saperne di più?

scopri la ricerca.