Randstad Holding, secondo operatore mondiale nel mercato dei servizi HR, annuncia di avere siglato un accordo per l’acquisizione di Obiettivo Lavoro. L'operazione offre una significativa opportunità di crescita e di creazione di valore per gli azionisti della multinazionale olandese, oltre a permettere una crescita di posizione di mercato in Italia. Con l'acquisizione dell'agenzia per il lavoro, infatti, Randstad, che oggi può contare già su oltre 1300 dipendenti e circa 200 filiali sul territorio nazionale, diventa il secondo operatore in Italia, aumentando la sua capillarità territoriale.

"Questa operazione rappresenta una svolta per entrambe le aziende – commenta Marco Ceresa, Amministratore Delegato di Randstad Italia -  unendo le forze e fondendo le nostre culture saremo in grado di offrire nuove competenze e nuove opportunità per servire ancora meglio sia i nostri clienti che i lavoratori.
Come esprime la nostra mission ‘Shaping the World of Work’, Randstad e Obiettivo Lavoro, insieme, daranno vita al mondo del lavoro, diventando il secondo operatore del mercato italiano e proponendo un’offerta integrata e servizi complementari."

Obiettivo Lavoro ha più di 600 dipendenti e oltre 100 filiali sul territorio nazionale. Nel 2015 ha ottenuto un fatturato di circa 436 milioni di euro e un EBITDA di 20.1 milioni di euro. Con questa operazione, Randstad può beneficiare di significative opportunità di cross-selling quali, ad esempio, l'estensione dei servizi inhouse e la condivisione di pratiche e di processi collaudati. L'attenzione di Randstad sarà focalizzata su una crescita profittevole, sulla redditività del cliente e su modelli di implementazione dei propri servizi. 

L’operazione societaria  è soggetta all'approvazione della Commissione Europea ed è stata approvata dai consigli di amministrazione di entrambe le società. L’acquisizione sarà perfezionata intorno alla metà del 2016.