Umiltà, sacrificio, flessibilità, spirito di squadra, passione: elementi chiave per raggiungere l’eccellenza, nella vita, nel lavoro e nello sport.Sono questi i valori fondamentali per un campione del calibro di Andrea Barzagli che giovedì 1 dicembre 2016 è stato protagonista, insieme a Federico Buffa di un esclusivo evento Randstad allo Juventus Stadium dal titolo “Andrea Barzagli: la crescita di un campione”. Dai polverosi campi di provincia ai successi nelle competizioni più importanti, il difensore della Juventus ha ripercorso le tappe della sua straordinaria carriera: “È stato l'inizio di un ragazzo che sognava – racconta Barzagli - ma che non si rendeva conto di poter fare una scalata del genere, perché non vivevo il calcio con l'idea di diventare un professionista”. 

Un ragazzo che, grazie alla sua grande capacità di ascoltare e il voler imparare, è cresciuto con dei valori che dovrebbero essere un esempio per i giovani:  “Prima di tutto serve umiltà. Non vuol dire non credere in sé stesso ma essere consapevole dei propri mezzi, senza sentirsi mai chissà chi – continua Andrea – E, soprattutto, bisogna avere la voglia di lavorare. Anche i grandi talenti devono essere i primi a non tirarsi indietro non smettendo mai di impegnarsi al 100% per dare l’esempio. Questi sono i campioni. Poi ci sono i giocatori medi, come me, che diventano grandi con il sacrificio: da giocatore medio son diventato un giocatore da Juventus”.