come usare i social media per fare carriera.

07/06/2017 15:05:40

Il proprio profilo personale sui social network può essere considerato una sorta di vetrina che espone allo sguardo di amici e conoscenti, ma non solo. Nel vastissimo mondo del web, infatti, foto, informazioni e post condivisi su Facebook, Twitter e LinkedIn sono anche sotto lo sguardo attento di datori di lavoro e responsabili delle risorse umane, che in fase di valutazione sempre più spesso effettuano un controllo della presenza online del candidato per capire di più sulla sua personalità, sui suoi interessi e competenze. 

Se usati in modo strategico, quindi, i social media possono diventare un ottimo strumento per conquistare l’attenzione dei recruiter e scoprire nuove opportunità professionali. Vediamo allora alcuni consigli per sfruttare al meglio le principali piattaforme social e aumentare così le possibilità di trovare lavoro nel proprio settore di interesse e fare carriera.

Usate una foto adeguata

Su un social network “professionale” come LinkedIn può risultare ovvio il fatto di dover scegliere una foto di sé in primo piano e in una situazione neutra o formale. Se si sta cercando lavoro, però, è opportuno utilizzare foto profilo adeguate anche su social network solitamente dedicati al tempo libero, come Facebook e Twitter. Questo non vuol dire che dobbiate utilizzare necessariamente una foto in giacca e cravatta, tuttavia è consigliabile evitare immagini in cui venite ritratti in situazioni che potrebbero gettarvi in cattiva luce nel caso in cui un recruiter visitasse il vostro profilo.

Sfruttate sapientemente le impostazioni della privacy

In questo caso ci riferiamo in particolare a Facebook, il social network in cui si condividono contenuti più personali, ma su cui anche i vostri amici possono pubblicare foto e post che vi riguardano. Per evitare di mostrare contenuti che potrebbero creare imbarazzo, è importante usare i filtri della privacy in modo opportuno, ad esempio rendendo “pubblici” contenuti di qualità e restringendo invece il pubblico che può accedere a foto che vi ritraggono in occasioni private (feste, vacanze, ecc.). Se volete optare per una strategia più sicura, potete decidere di creare anche su Facebook due profili diversi, uno più professionale e uno riservato agli amici (per quest’ultimo potete, ad esempio, utilizzare uno pseudonimo).

Aggiornate la vostra situazione lavorativa

Oltre che su LinkedIn, anche su Facebook è opportuno aggiornare il profilo inserendo nella sezione “Informazioni” l’azienda per cui lavorate attualmente, quelle per cui avete lavorato in passato e il vostro percorso formativo. 

“Meglio pochi ma buoni”

Questo modo di dire vale anche per i social network. Creare profili su tutti i siti disponibili per farsi “notare” online – oltre a LinkedIn, Facebook e Twitter ci riferiamo, ad esempio, a piattaforme come Slideshare o Aboutme – non è molto utile se poi non li si aggiorna con regolarità e con contenuti di qualità, impegno che richiede tempo ed energie. È meglio, piuttosto, creare solo un paio di profili ben curati.

Condividete contenuti rilevanti

Grazie alla condivisione, i social network possono farvi apparire come esperti del vostro settore, quali persone che continuano a informarsi e formarsi per restare al passo con le novità. Per fare in modo che accada ciò, condividete sui vostri profili articoli e contenuti rilevanti per il vostro settore lavorativo e partecipate alle discussioni a riguardo.

Per concludere, i social media permettono di raggiungere un pubblico vastissimo. È molto importante, quindi, sfruttarne al meglio le potenzialità al fine di risultare appetibili agli occhi delle aziende ed aumentare esponenzialmente le possibilità di trovare lavoro, avanzare professionalmente e fare carriera nel proprio settore di interesse.