professioni del food: chi è e di cosa si occupa l'agronomo

23/11/2017 17:01:35

Se è vero che l’ambito dell’agricoltura si sta ormai muovendo da alcuni anni verso la modernizzazione tecnologica e le nuove prospettive offerte dal progresso tecnico e scientifico, quella dell’agronomo è una figura professionale destinata a vedere crescere le proprie responsabilità e la propria specializzazione tecnica. 
Guidare le trasformazioni portando una visione che sappia sintetizzare ciò che viene dalla tradizione con quanto di più innovativo offre al momento il panorama tecnologico, infatti, è un aspetto del lavoro dell’agronomo essenziale per rendere più efficiente la produzione agricola, con i conseguenti risvolti economici. 
Analizziamo, dunque, nel dettaglio in cosa consiste il lavoro di un agronomo.

Una professione multidisciplinare

La multidisciplinarità è una delle caratteristiche di questa professione. L’agronomo, infatti, può offrire consulenze tecniche anche in ambiti piuttosto diversi tra loro come quello che interessa l’intero processo agricolo, oppure quello zootecnico o del verde pubblico. Anche il settore agroalimentare, sia per quanto riguarda la produzione di vegetali che l’allevamento di animali, è di competenza dell’agronomo che può occuparsi della valorizzazione di prodotti o del miglioramento genetico in ambito agricolo. 

Si tratta, più in generale, di applicare principi scientifici e tecnologici all’agricoltura, ma anche dalla diffusione della conoscenza scientifica per rendere più efficiente l’utilizzo dei terreni. 

Come si diventa agronomi? Formazione e sbocchi professionali

Per quanto riguarda l’aspetto formativo, vi sono diversi atenei italiani in cui è presente la facoltà di Agraria con un’offerta formativa piuttosto ampia e diversificata. Per svolgere la professione dell’agronomo sono necessarie infatti competenze in matematica, fisica, biologia, genetica, informatica, chimica con forti risvolti applicativi e pratici. 

Una volta laureati, poi, uno degli sbocchi prevalenti è quello del libero professionista agronomo, che può svolgere attività di consulenza sia per aziende private, sia per lo Stato. In alternativa, l’agronomo può essere assunto direttamente da un’azienda agricola per svolgere mansioni tecniche e organizzative, o da una grande azienda di trasformazione di prodotti agricoli.