come diventare food blogger: l'esperienza di dario ujetto.

16/01/2018 17:31:12

Blog e food: due argomenti assolutamente popolari quanto “abusati” nell’universo del web. 
Ci capita sovente di vedere combinazioni, più o meno felici, di entrambi e la domanda che spesso ci facciamo è la seguente: come si diventa un food blogger di successo? La risposta non è semplice, soprattutto considerando che scrivere online è un’occupazione che inizialmente nasce come un hobby a cui possiamo dedicare tempo ed energie limitate. 
Tuttavia i casi di successo esistono e nascono in primis dalla qualità dei contenuti e dalla straordinaria capacità di saper trovare il proprio spazio.
Oggi vogliamo presentarvene uno molto particolare: Dario Ujetto co-fondatore di Eat Piemonte, community che nasce per scoprire e diffondere storie legate al cibo piemontese.

Raccontaci da dove arriva Dario 

Mi sono sempre occupato di marketing e consulenza aziendale. Dopo anni di gavetta, ho compreso come fondere la mia passione per la scrittura e il racconto di storie con la comunicazione e la strategia aziendale.

Da dove nasce l'idea di questo blog?

L’idea del blog Eat Piemonte nasce appunto da una triangolazione: scrivere, selezionare storie di aziende piemontesi, raccontarle da un punto di vista economico e strategico.

Quando hai capito che potesse diventare una vera professione?

Eat Piemonte è ormai un lavoro collettivo. Negli ultimi anni alcune realtà si sono avvicinate al blog, permettendo un’evoluzione consulenziale dell’iniziativa. Dal 2016 affianchiamo il lavoro di scrittura e comunicazione con interventi mirati come eventi, presentazioni, formazione aziendale.

Il tema del food sicuramente è molto di tendenza in questi anni: quali sono i fattori principali di questo successo nonostante la grande competizione?

La sfida più grande è stata l’emersione dal buzz continuo di pagine web poco professionali e il percorso di accreditamento, invece, verso le fonti autorevoli.
Nel food come in altri settori valgono una serie di fattori che “aiutano” un certo tipo di successo: autenticità, territorialità, unicità, indipendenza. Su questi fattori poggia poi la credibilità, che si costruisce nel tempo e con l’esempio. Una grande competizione (l’etimologia di competere è “andar insieme) denota un grande fermento, e se si rispettano questi quattro fattori si può crescere tutti. 

Un messaggio per chi vorrebbe cambiare totalmente vita professionale

Forse sono banale: coraggio. Si tratta di una virtù che, come dichiara l'origine forte e generica, la lega al cuore. Il coraggio è il prestarsi all'incerto, al pericolo, al dolore - la disposizione al sacrificio. Se non si è ossessionati dal costruire qualcosa meglio accontentarsi. Poi il cambiamento richiede anche una certa voglia di curiosità!

Scopri le altre storie human forward.