buoni propositi per il nuovo anno lavorativo

03/01/2017 11:37:13

Un nuovo anno è appena iniziato ed il detto “chi ben comincia è già a metà dell’opera” si addice molto bene anche a questo periodo. Oltre ai classici propositi legati alle diete ed allo sport sarebbe molto utile iniziare a compilare anche una lista dei buoni propositi lavorativi per il 2017 e mettere da parte la vecchia abitudine di procrastinare dandosi invece dei traguardi. Porsi degli “obiettivi di processo” darà migliori frutti rispetto a quelli di risultato, come ad esempio quello di dimagrire 7 kg per poi riprendere la normale routine una volta conquistata la meta.

Per chi vuole imparare una nuova lingua da aggiungere al curriculum sarà davvero proficuo darsi l’obiettivo di iscriversi ad un corso e di frequentarlo tutte le settimane senza perdere nemmeno una lezione e fare tutti gli esercizi che saranno richiesti.

Ecco quindi una lista dei buoni propositi lavorativi per il nuovo anno che miglioreranno le performance a lavoro ed i risultati attesi.

Specializzarsi in qualcosa e diventare esperti nel farla. Qualunque sia l’ambito lavorativo è infatti questo il momento per mettersi a studiare in modo programmatico, seguire laboratori, seminari ed esercitarsi nella pratica di una disciplina specifica. È arrivato il momento di fare passi avanti nella propria formazione, raggiungere un livello più avanzato di un settore e diventare un esperto in qualcosa. Questo porterà con sé maggiore autostima, competenza nel lavoro e, perché no, avanzamenti di carriera.

Basta lamentarsi ed iniziare invece a lavorare sulla consapevolezza di cosa si è in grado di fare, trovando il lato positivo delle cose. Per avere successo nel lavoro è infatti importante cercare di non perdere tempo a lamentarsi ed investire invece quel tempo a trovare la concentrazione e l’ottimismo per portarla a termine nel giusto modo. Ricaricarsi leggendo, facendo yoga o andando in palestra dopo il lavoro: l’importante è sentirsi padroni del proprio tempo, non sprecarlo ed iniziare ogni giorno lavorativo con un’energia rinnovata.

Meno social e rispettare le scadenze. Cercare di non aprire i social network ogni due minuti – a meno che il lavoro non lo richieda ovviamente – e finire tutto il lavoro assegnato senza rimandare. Anticipare anzi le attività più noiose e portarsi avanti con la tabella di marcia consentirà di lavorare meglio con meno stress e più tranquillità.

Candidarsi per una nuova posizione lavorativa. Se una persona possiede le giuste caratteristiche ma non ha mai trovato il coraggio di farsi avanti con quell’azienda, è questo il momento di farlo. Quest’anno potrebbe essere la volta buona: correre qualche rischio non ha mai fatto male a nessuno, soprattutto parlando di scatti lavorativi per cui serve solo un pizzico di coraggio in più.

Tutti questi nuovi propositi lavorativi per il 2017 dovranno essere portati avanti in modo sistematico: basta con l’ozio e sì al successo con un approccio più positivo verso i mesi che verranno.

categorie Fare Carriera