a settembre arriva sia, la nuova social card per famiglie bisognose: modalità di richiesta

05/08/2016 17:15:38

La nuova Social Card per famiglie in difficoltà economiche si chiama SIA, ovvero, Sostegno per l’Inclusione Attiva, ed è in arrivo in via sperimentale a partire dal 2 settembre. Si tratta di una misura di contrasto della povertà che andrà successivamente a inserirsi in un quadro normativo più ampio e strutturale con la prossima approvazione della legge delega sulla povertà.
Il sussidio previsto, da erogare attraverso una carta prepagata, è di 80€ per ciascun appartenente a un nucleo familiare disagiato, con l’abbinamento di un progetto di inclusione lavorativa personalizzata.

Analizziamo di seguito in dettaglio di cosa si tratta e quali sono i requisiti e le modalità di richiesta della nuova SIA.

SIA: le misure per contrastare la povertà delle famiglie

Il progetto della SIA prevede nello specifico sia l’erogazione di un sussidio per ogni componente di una famiglia disagiata (che nel complesso non potrà superare i 400€), che un vero e proprio programma di inclusione sociale e lavorativa che interessa tutti i membri e che dovrebbe fare leva su una rete di servizi territoriali (scuole, centri per l’impiego, servizi sanitari etc.) in modo da fornire un supporto a tutto tondo alle famiglie in difficoltà.
L’obiettivo è quello non solo di dare un autentico supporto alle famiglie, ma anche di aiutarle a superare un particolare momento di disagio.

Requisiti e modalità di richiesta

Per richiedere e ottenere la nuova social card SIA è necessario soddisfare i seguenti requisiti:
•    Essere cittadini italiani o comunitari, oppure familiari con diritto di soggiorno, o stranieri con permesso di soggiorno di lungo periodo.
•    Essere residenti in Italia da almeno 2 anni.
•    Avere nel nucleo familiare o un figlio minorenne, o un figlio disabile o una donna in gravidanza.
•    Non essere titolari di un veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda, oppure di autoveicoli con una cilindrata superiore ai 1.300 cc o di motoveicoli con una cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati da tre anni ( e questo vale per tutti i membri della famiglia).
•    Avere un ISEE inferiore ai 3.000€.
•    Non usufruire di altri aiuti economici superiori ai 600€ mensili.
•    Nessun membro della famiglia deve usufruire di altre misure di sostegno come quelle per i disoccupati (Naspi e Asdi).
Tutti coloro che possiedono questi requisiti potranno fare domanda presso il Comune di residenza a partire dal 2 settembre. Quest’ultimo provvederà poi a verificare i requisiti e a indirizzare la domanda all’INPS entro 15 giorni. L’INPS, a sua volta, eseguirà dei controlli e assegnerà a ciascuna famiglia un punteggio; la soglia minima per accedere alla SIA è di 45 punti. Tuttavia, è bene precisare che, in presenza di altre forme di contributo statali come il Bonus Bebè maggiorato, la carta di acquisiti ordinaria o gli assegni familiari per almeno 3 figli, il contributo può essere ridotto.