le 3 risposte migliori alla domanda: "come sei venuto a conoscenza della nostra offerta di lavoro?"

16/05/2017 11:17:13

Una delle prime domande che talvolta vengono poste da un selezionatore durante un colloquio è: “Come sei venuto a conoscenza di questa opportunità di lavoro?”. Questo quesito, spesso utilizzato dai recruiter per rompere il ghiaccio, a prima vista può apparire innocuo, eppure, rispondendo in modo superficiale, si possono commettere alcuni errori che rischiano di influire sull’intero svolgimento dell’incontro.

Ecco quali sono i tre sbagli più diffusi commessi dai candidati e quali, invece, le tre risposte migliori da dare a questa domanda:

Errore numero 1: non voler riferire che una persona che lavora già nell’azienda vi ha parlato dell’offerta di lavoro.
Si può avere il timore che, confessando una cosa simile, si possa essere etichettati come raccomandati. Tuttavia, presi dall’agitazione, farfugliare qualcosa di vago non aiuterà certo a dare un’impressione positiva.
La risposta migliore da dare in questi casi è sincera e semplice. Potete raccontare che conoscete l’azienda perché un amico o un parente ci lavora e che proprio quella persona vi ha parlato di questa opportunità, che subito vi è sembrata molto interessante. Non c’è niente di male in tutto ciò. 

Errore numero 2: rispondere con un lunghissimo discorso motivazionale. 
Alcuni responsabili HR riferiscono che talvolta i candidati rispondono a questa semplice domanda con lunghi monologhi in cui spiegano perché sono entusiasti di questa opportunità e quali sono i motivi per cui rappresentano i candidati ideali per la posizione di lavoro. Tutto ciò, però, talvolta può esasperare il selezionatore, che in realtà si aspettava niente di più di una risposta sintetica.  
La risposta migliore da dare, quindi, anche in questo caso è chiara e concisa. In questo momento non vi viene richiesto di riepilogare le vostre competenze - per quello ci sarà tempo più avanti, nel corso del colloquio - quindi siate sintetici quando spiegate come siete venuti a conoscenza dell’offerta di lavoro. 

Errore numero 3: fare scena muta perché non ricordate dove avete trovato l’annuncio.
Quando si cerca un lavoro ci si può trovare ad inviare molte candidature per posizioni lavorative diverse. Quando i curriculum vitae inviati iniziano a diventare tanti, può capitare di dimenticarsi dove e quando si è trovata l’offerta di lavoro relativa al colloquio a cui state partecipando. 
Che cosa fare: in questo caso l’unica soluzione è agire in anticipo, tenendo traccia degli annunci consultati. Potete, ad esempio creare un file Excel in cui riportare dove avete trovato ogni offerta di lavoro, l’eventuale link alla pagina web e la data in cui vi siete candidati. In questo modo potrete ritrovare velocemente tutte le informazioni che vi servono prima di affrontare il colloquio.

Per concludere, quindi, anche una domanda all’apparenza semplice quale “Come sei venuto a conoscenza della nostra offerta di lavoro?” può nascondere qualche imprevisto. Con questi consigli, però, dovreste essere pronti a dare una risposta adeguata evitando di compiere un passo falso.
categorie Consigli Colloquio