WIN Conference Roma 2016: la leadership è al femminile

WIN Conference: successo al femminile

Nonostante sia innegabile che la presenza delle donne in economia e in politica, in prima linea nella vita pubblica e ai vertici delle più grandi aziende internazionali, sia oggi molto più consistente che in passato, la percezione diffusa è che i loro meriti non siano ancora del tutto riconosciuti. Per rovesciare questa intuizione è nata, alcuni anni fa, la WIN Conference.

WIN sta per “Women’s International Networking”, un nome che già dice tutto: si tratta di un evento internazionale sulla leadership e il networking femminile in cui le leader del mondo nei campi più diversi s’incontrano con dirigenti, manager, imprenditrici e artiste per escogitare nuovi modi di far valere lo sguardo femminile sul mondo e mostrare come, con ciò, sia davvero possibile fare la differenza nella società.
Una preziosa occasione di networking, insomma, il cui obiettivo è accrescere il numero di donne consapevoli ed esperte, di formare le nuove decision maker del futuro.

La 19° edizione della WIN Conference si è tenuta a Roma dal 28 settembre al 1° ottobre 2016. Una tre giorni di incontri internazionali sul tema Leading the way, with beauty, connection and confidence: come creare nuove opportunità per le donne e, perciò, per la società nel suo complesso attraverso l’applicazione di valori tipicamente femminili come l’empatia, l’intuizione e la collaborazione in ogni ambito del vivere civile, a partire da quello imprenditoriale, dominato da modelli di successo tipicamente maschili come la competizione e l’efficienza.

“WIN inspires companies to become inclusive, conscious and global”: per generare nuove idee e accrescere la produttività, le aziende devono includere, non respingere, le differenze di genere e coglierne tutta la potenzialità in fatto di nuovi stimoli e creatività. Durante la WIN Conference di Roma si sono svolti seminari, tavole rotonde e workshop, in cui le partecipanti hanno avuto la possibilità di un confronto diretto con le oltre 800 speaker invitate su temi quali la conciliazione di vita e lavoro e i nuovi trend di mercato. Oltre ai dibattiti, si sono tenute lezioni di yoga e sviluppo personale per imparare a focalizzarsi sugli obiettivi e si sono susseguite numerose occasioni di networking (cene di gala, cocktail e coffe break) preziose soprattutto per le più giovani, per trovare mentor che guidino i loro percorsi di crescita personale e professionale.

Seminari, yoga, cene: una molteplicità di eventi fondamentali per acquisire nuovi strumenti e conoscenze, capacità decisionale e di leadership, motivazione, fiducia nell’intraprendere un nuovo percorso o continuarne uno già iniziato e coraggio di divenire un modello per le altre. Siccome il principio cardine della WIN Conference è l’influential networking, la condivisione di esperienze che guida, infonde coraggio e ispira, gli interventi di donne leader che - quest’anno come ogni anno - hanno arricchito il programma dell’evento si sono concentrati sugli argomenti più diversi: trovare nuove soluzioni per organizzare meglio la propria famiglia o la mobilità all’interno di una metropoli, solo per fare qualche esempio.

Ospite dell’edizione 2016 è stata la sindaca di Roma Virginia Raggi, che ha espresso la sua opinione sulla parità di genere e sull’insufficienza delle quote rosa nella sua promozione in politica: invece di favorire la parità, queste non fanno che accrescere la discriminazione, rivelandosi incapaci di garantire la meritocrazia. Sul palco degli interventi si sono poi susseguite Shazia Ilmi, una politica indiana molto discussa in patria; Sonam Kalra, artista che unisce nella sua musica gospel, corano e testi sacri indiani; Ditta Sandico, fashion designer filippina che realizza sciarpe e giacche con la banaca, una fibra naturale tessuta a mano dai pescatori dell’isola Catanduanes, e molte altre imprenditrici rappresentanti del Conscious Capitalism che cercano di far convivere profitto e rispetto per l’ambiente. “WIN inspires women to step up to the next level in the world, in their careers and in their lives”: l’obiettivo di WIN è sostenere le donne a trovare il loro posto nel mondo perseguendo una mission sia nella sfera lavorativa sia in quella familiare, per acquisire familiarità con il decision making. Senza però negare mai la propria femminilità. In poche parole, rimanendo sempre se stesse.