tipologie di colloquio: quante ne conosci?

Esiste quello conoscitivo, poi c’è il secondo e anche il terzo. Senza dimenticare quello di gruppo o su Skype. Stiamo parlando delle diverse tipologie di colloquio che potrebbero capitarti almeno una volta nella vita. Per prepararti al meglio e fare colpo sul selezionatore, devi conoscerle tutte. Te le illustriamo qui sotto. 

Colloquio di lavoro conoscitivo

È quello più comune: il colloquio di lavoro conoscitivo si fa, appunto, per conoscersi. Al di là delle competenze professionali maturate nel tempo o dei titoli di studio conseguiti, in questa tipologia di selezione, il recruiter valuterà la persona. Non è infrequente, infatti, che il reparto HR colloqui anche in assenza di posizioni aperte, così da costruire un data base di profili utili per future assunzioni. 

Durante un colloquio conoscitivo, quindi, non si scenderà troppo sul tecnico: quello che ti verrà chiesto riguarda le tue abilità e caratteristiche personali sotto un profilo lavorativo e non verranno forniti particolari dettagli sull’azienda o sulla posizione. Chiamato anche colloquio motivazionale, la selezione punterà sulle attitudini e sulle soft skills, nonché sul carattere e sulla gestione di particolari momenti lavorativi, come ad esempio quelli di stress dovuto a picchi di produzione.

Capita spesso che questo tipo di selezione venga effettuata dall’Agenzia per il Lavoro, incaricata dall’azienda di portare avanti la ricerca in una prima fase di scrematura. 

Secondo e terzo colloquio di lavoro

Se hai effettuato il primo colloquio conoscitivo con l’Agenzia interinale ed è andato bene, dovrai sostenere il secondo colloquio direttamente con l’azienda. Questa fase sarà l’occasione per scendere più nel dettaglio della posizione aperta, della società stessa, del tipo di mansione e anche della retribuzione. Allo stesso tempo, l’esaminatore sarà più preciso anche nelle domande che ti rivolgerà. Vorrà sapere come ti sei comportato in situazioni specifiche, quali sono le tue competenze tecniche e le precedenti esperienze. 

 

 

In genere, il secondo colloquio è l’ultimo: superato questo, infatti, il posto molto probabilmente sarà tuo. Ci sono, però, delle situazioni in cui è necessario fare un terzo colloquio di lavoro. Questa circostanza può verificarsi quando la posizione è di un certo rilievo per cui dovrai incontrare i vertici aziendali. Oppure quando lo scarto tra due o tre candidati è talmente poco che una scelta definitiva è difficile farla. 

Colloquio di lavoro con prova tecnica

Esiste poi il colloquio con prova tecnica. Ovvero una tipologia di selezione che viene fatta per “mettere alla prova” i candidati su alcune abilità. La prova potrà essere richiesta in fase di scrematura prima ancora del colloquio conoscitivo oppure successivamente a questo per testare le competenze tecniche delle risorse. Questo tipo di selezione è utile soprattutto per la ricerca di profili altamente specializzati. Il selezionatore sarà con molta probabilità un capo reparto.

Colloquio di lavoro di gruppo

Passiamo poi al colloquio di gruppo. Lo dice la parola stessa: una tipologia di selezione che si effettua insieme ad altri candidati, e che molto spesso viene effettuata per capire l’attitudine della risorsa al lavoro in team. La predisposizione alla leadership e la collaborazione saranno gli elementi tenuti maggiormente in considerazione.  

Colloquio di lavoro via Skype 

Il digitale, e il suo conseguente consolidamento anche in tutti i processi di selezione del personale, non ha risparmiato neanche i colloqui di lavoro. È così che nasce il colloquio di lavoro via Skype, o tramite altri programmi che consentono di effettuare chiamate e videochiamate sfruttando la rete internet. In breve: il recruiter fissa giorno e ora in cui il candidato dovrà connettersi per effettuare la selezione.

In questo caso non si tratta di una tipologia di colloquio diversa da quelle esposte in precedenza, cambia solo il mezzo attraverso il quale questo si esprime. Su Skype, infatti, è possibile fare sia il colloquio conoscitivo, che quello motivazionale, nonché il secondo e il terzo, per i quali valgono le considerazioni già fatte. Per motivi di natura logistica, invece, questi programmi non vanno bene per il colloquio di gruppo e per quello con prova tecnica. Spesso le risorse umane usano la selezione su Skype in una fase di scrematura iniziale, per poi iniziare con i colloqui vis-à-vis, che richiedono un impegno temporale più consistente. 

Durante un colloquio su Skype, dovrai fare attenzione ad alcuni piccoli dettagli:

  • assicurati di avere una connessione internet veloce e stabile;
  • scegli un luogo silenzioso e poco riconoscibile per collegarti (il bagno del tuo appartamento non va bene!);
  • tieni a portata di mano il tuo curriculum vitae;
  • anche se ti trovi a casa, o in un altro luogo meno formale, usa un abbigliamento consono.
< torna alla pagina precedente