Le 10 regole per affrontare il rientro in ufficio e combattere la sindrome post vacanza

Il rientro in ufficio dopo le ferie estive è sempre un momento delicato da affrontare. Dopo questi caldi mesi di vacanza durante i quali il tempo era scandito dal rumore del mare o dalle passeggiate in montagna, c’è bisogno di un piano d’attacco “soft” per affrontare il ritorno alla quotidianità e combattere la sindrome post vacanza che, nel migliore dei casi, ci troverà poco concentrati e produttivi. I problemi maggiori, infatti, si avranno soprattutto in termini di ansia legata al rientro al lavoro, alle scadenze e ai colleghi, nonché allo stress dovuto agli spostamenti durante le ore di punta, necessari per recarsi in ufficio. Che questi siano intrapresi con i mezzi pubblici o con la macchina poco importa: traffico e disagi si sommano ai pensieri familiari ed ecco che arriva quella che gli psicoterapeuti di tutto il mondo chiamano “Post Vacation Syndrome”.

Affrontare il primo giorno di lavoro: come combattere la sindrome post vacanza

Entriamo nel dettaglio di questo spiacevole disturbo e analizziamo insieme le 10 regole d'oro da seguire per avere il giusto atteggiamento al rientro in ufficio:

  1. Ritrovare un ritmo del sonno regolare. Dopo aver dormito tanto durante le vacanze è normale che la sveglia alle 7 (se non prima) possa spaventare, soprattutto durante i primi giorni. Provate allora ad andare a letto presto la sera così da avere più tempo per dormire e riprendere il ritmo giorno dopo giorno. Se avete problemi ad addormentarvi, regalatevi un bagno caldo prima di coricarvi o una tisana digestiva alle erbe. Considerate che le ore consigliate per un buon sonno sono almeno 7/8.
  2. Entrare nella quotidianità in modo graduale. Se possibile, cercate di rientrare dalle vacanze con almeno un giorno di anticipo per abituarvi ai vecchi ritmi e alle temperature della città in cui vivete. La gradualità è fondamentale anche per il rientro in ufficio, che così sarà meno traumatico. 
  3. Mangiare sano. Bevete tanta acqua e mantenete una dieta sana e povera di grassi, limitando alcool e bevande gassate. Depurare l’organismo porterà infatti svariati benefici anche a livello produttivo e la sensazione sarà quella di avere più forze per lavorare e affrontare la giornata con maggiore sprint.
  4. Concedersi momenti di relax. Per rendere meno traumatico il ritorno in ufficio, approfittate dei weekend per organizzare piccole escursioni o, perché no, per organizzare il prossimo viaggio, così da avere sempre nuove prospettive di vacanza che vi aiuteranno a pensare positivo e a distendere la mente.
  5. Stabilire obiettivi raggiungibili. Non fatevi prendere dal panico lavorativo. Ponetevi obiettivi raggiungibili e ragionevoli per non sovraccaricarvi e ritrovare il giusto livello di produttività poco a poco.
  6. Fare movimento. Questo momento dell’anno, con il suo clima mite, è il momento ideale per concedersi lunghe passeggiate prima di andare al lavoro oppure dopo cena, per distendere corpo e mente. Iniziate uno sport o passate del tempo all’aria aperta; vi farà dormire meglio la notte e vi aiuterà ad allontanare lo stress da ufficio. 
  7. Riprendere contatto con i colleghi e iniziare a riorganizzare mentalmente il lavoro. Valutate con calma le attività da portare a termine in questi primi giorni di rientro dalle ferie e consultate i vostri colleghi per fare il punto sulla situazione. Un buon rapporto con chi lavora insieme a voi è fondamentale per lavorare serenamente e migliorare le vostre prestazioni in ufficio.
  8. Prendersi pause frequenti. Ogni due ore trascorse davanti al computer alzatevi dalla sedia e fate una piccola passeggiata. Bastano pochi minuti per riattivare la circolazione e riposare gli occhi. Non è il momento giusto per sovraccaricarsi eccessivamente.
  9. Niente smartphone a letto. Quando siete in camera da letto, al momento di iniziare il riposo notturno, evitate di guardare televisori, computer portatili e telefoni per abituare il cervello al suo naturale ritmo biologico. Leggete un buon libro ed evitate qualsiasi device elettronico che possa disturbare il vostro sonno e condizionare l’umore in senso negativo.
  10. La parola d’ordine è: positività. Essere ottimisti aiuta a sviluppare una riflessione sana e costruttiva. Mantenere un atteggiamento positivo ha importanti vantaggi sia nel rapporto con gli altri, sia con se stessi, e anche le competenze lavorative vedranno miglioramenti con un po’ di allenamento. 

Prima di entrare in ufficio fate un piccolo riepilogo di cosa avete lasciato in sospeso prima delle ferie e ponetevi obiettivi per il futuro, facendo una lista delle priorità e confrontandovi con gli altri colleghi: in questo modo il rientro sarà meno traumatico.

< torna alla pagina precedente