come imparare a fare domande giuste al lavoro

Chiedere è un aspetto importantissimo per la nostra vita lavorativa. Ci pone, infatti, in una condizione propositiva e proattiva nei confronti di quello che stiamo facendo e ci predispone bene agli occhi di capi e colleghi. Ma spesso, però, non facciamo le domande giuste per ottenere le risposte che vorremmo. Ecco come abituare la nostra mente a porre i quesiti in maniera efficace per avere dall’interlocutore risposte adeguate. 

Non fare domande chiuse

Le domande chiuse sono quelle che hanno come risposta un secco “sì” o “no”. Per rendere la comunicazione efficace è meglio evitare questa tipologia di quesiti. Una domanda che prevede una risposta monosillabica, infatti, non aiuta gli interlocutori a continuare nella conversazione e potrebbe non dare al richiedente quello che vuole. Le domande a risposta aperta, al contrario, impongono a chi risponde uno sforzo cognitivo e di pensiero,  generano risposte più interessanti e sbloccano più informazioni dalle persone. 

Chiedi “perché” tre volte

Per fare le giuste domande è bene che tu chieda “perché” per tre volte. Perché? In questo modo si darà più spazio all’interlocutore e la comunicazione acquisterà un livello più profondo. Facciamo un esempio: “Perché ti piace il gelato? Perché è fresco”, “Perché in genere senti caldo? Sì, d’estate molto”, “Perché sudi molto?”. Si capisce subito che una conversazione impostata in questo modo (ovviamente su temi riferiti al mondo del lavoro) ha una possibilità in più di arrivare a una soluzione soddisfacente. 

 

 

Fai domande specifiche

Più si fanno domande dettagliate, più si riceveranno risposte efficaci. Se un problema ti affligge e non sai proprio come risolverlo, potrai farti aiutare solo se sarai preciso in quello che chiederai. Il vantaggio sarà doppio, perché anche l’interlocutore sarà in grado di darti una mano al meglio delle sue possibilità. 

Informati sulle esperienze formative dell’interlocutore

Se vuoi conoscere più da vicino un nuovo lavoro, o vuoi avere maggiori informazioni su un settore con il quale non hai mai avuto a che fare, devi chiedere alle persone che ne hanno avuto esperienza. Il modo migliore è quello di fare domande relative alla formazione che hanno avuto e i corsi che hanno frequentato. Solo l’esperienza diretta, infatti, potrà fornirti le risposte che stai cercando. 

Fatti raccontare una storia

Le informazioni più dettagliate sono nascoste dentro una storia. Se chiedi all’interlocutore di raccontartene una, stai pur certo che avrai risposte giuste. I dettagli, i ricordi, anche l’emotività, in questo caso, giocano a tuo favore. 

Chiedi come se fossi un bambino

Quando non conosci una cosa e vuoi saperne di più, il tuo atteggiamento deve essere quello di un bambino. Puoi anche chiaramente dire all’altro di spiegartela come se avessi 4 anni, senza tralasciare niente. In questo modo, infatti, avrai tutte le informazioni che ti servono per continuare a fare bene il tuo lavoro.  

Le domande giuste, quindi, renderanno le tue conversazioni proficue ed efficaci, sia per te che per il tuo interlocutore. 

< torna alla pagina precedente