Il calcolo del TFR dal lordo al netto in busta paga

Il trattamento di fine rapporto, o tfr, conosciuto anche con il nome generico di liquidazione, indica quella somma di denaro che spetta al lavoratore quando si interrompe il rapporto con il proprio datore di lavoro per pensionamento, chiusura del contratto, licenziamento o dimissioni.
Recentemente è stata introdotta dal governo la possibilità per i lavoratori di richiedere la liquidazione mensile del tfr in busta paga (Qu.i.r.), purchè il lavoratore abbia un’anzianità contrattuale presso il datore di lavoro di almeno 6 mesi.

Ma come calcolare il tfr netto che un lavoratore potrebbe percepire alla cessazione del rapporto di lavoro ?

Di seguito, un’analisi dei modi con cui viene calcolato il tfr e un esempio esplicativo.
Come si calcola il tfr dal lordo al netto

Il primo passo per capire a quale cifra corrisponderebbe il tfr netto in busta paga è quello di calcolare il tfr lordo: ovvero, mediante la somma delle quote accantonate in un anno lavorativo (che corrispondono alla quota di retribuzione lorda annua divisa per 13.5 meno il contributo fondo adeguamento pensione (fap) pari allo 0.50% della retribuzione soggetta a contribuzione inps (imponibile previdenziale).
L’aliquota da applicare al tfr, in caso di cessazione del rapporto di lavoro ,corrisponde ad un valore medio cosi’ calcolato nel modo seguente:

a)    Si determina in primo luogo il Tfr lordo complessivo ;

b)    Si divide poi  il Tfr complessivo per il numero di anni e si moltiplica il risultato per 12 (mesi), ottenendo così il reddito annuale di riferimento;

c)    Si calcola infine l’aliquota Irpef media , come rapporto tra l’imposta ( determinata applicando al reddito annuale di riferimento l’ aliquota IRPEF vigente ) e l’ammontare del reddito annuo di riferimento;
L’aliquota cosi calcolata si applica alla base imponibile;

Come viene calcolato il tfr: un esempio

Si supponga che la retribuzione annua Lorda di un lavoratore sia pari a € 24000 e che la quota accantonata annualmente sia pari a € 1777.77.

A questo punto è necessario moltiplicare quest’importo per gli anni lavorativi. Ad esempio per 15 anni di lavoro, il tfr lordo complessivo corrisponderà a € 26.666.

Per ottenere il reddito annuale di riferimento occorrerà dividere 26.666 per il numero di anni (15) e il risultato moltiplicarlo per 12 mesi :  26.666/15*12= 21,333.24

L’imposta relativa al reddito di riferimento  sarà di € 5159  così ottenuta :
23% di 15000= 3450 €
27%  di 6333.24 =  1709 €
L’aliquota definitiva  relativa al reddito di riferimento:  5159/21,333.24*100= 24.18%

Imposta netta  : 26,666 * 24.18% =  € 6,447

Dunque il Tfr netto ammonterà  a :€  26,666 - € 6,447= € 20,219 ( tfr lordo – imposta netta)


< torna alla pagina precedente