come cambiare lavoro a metà carriera

A un certo punto della carriera è normale iniziare a porsi qualche domanda critica sul proprio percorso e fare una stima degli obiettivi raggiunti. Sono passati tanti anni da quando ti sei laureato e le competenze maturate nel tuo campo ti hanno dato grandi soddisfazioni. Ora sei più sicuro di te e capace di affrontare nuove sfide. Se  senti di voler cambiare qualcosa del tuo lavoro, magari specializzandoti maggiormente su un percorso professionale che meglio si adatta alla persona che sei diventato oggi, abbiamo alcuni consigli per te.

Se a metà carriera stai pensando di cambiare lavoro, inteso come ruolo o settore, solo avendo una visione chiara della tua situazione troverai le risposte che cerchi. Valuta con razionalità le competenze che hai acquisito negli anni e pensa a quelle che ti mancano. Fissa quindi degli obiettivi realistici e realizzabili per quanto riguarda la tua riqualificazione lavorativa e il percorso che vorresti intraprendere. A questo punto cerca di capire, in tutta sincerità, se sei davvero adatto al cambiamento che hai in mente. Se sei un ingegnere e vuoi diventare chef, oltre a saper cucinare, sei sicuro di voler lavorare tutte le sere della settimana senza sosta? Se la tua ambizione personale ti fa dire di sì, allora inizia seriamente a pianificare i tuoi nuovi obiettivi professionali e cerca di allinearli con quelli personali. Non vorrai cambiare lavoro per ritrovarti più insoddisfatto e infelice in questa seconda parte della tua vita professionale.

Cameron Brett, Amministratore Delegato di Randstad Professional Giappone, dà 3 consigli utili a tutte le persone che vogliono cambiare lavoro a metà carriera. Per accettare il cambiamento e iniziare una nuova fase della propria vita lavorativa. 

Fai un’autovalutazione

Fare un’autovalutazione sui tuoi punti di forza e sulle debolezze per cercare di focalizzare al meglio i tuoi obiettivi. Se credi di essere carente in qualcosa, e questo ti impedisce un avanzamento di ruolo, cerca di acquisire quelle abilità o cambia subito le tue aspettative. Solo conoscendo profondamente te stesso sarai in grado di prendere una decisione così importante.

Lasciati ispirare

Cerca l’ispirazione in qualcuno che ammiri. Avere una guida o un mentore può infatti aiutarti a capire come quel leader sia riuscito a raggiungere tutti i suoi obiettivi professionali. Impara dai fallimenti e dai successi di amici, manager con cui sei in contatto o estranei che fanno il lavoro dei tuoi sogni. Studia il loro percorso e osservali attentamente. 

Valuta il quoziente di adattabilità

Aldilà dell’IQ – quoziente intellettivo – e dell’EQ – quoziente emotivo – inizia a pensare che un tuo punto di forza potrebbe essere invece il tuo quoziente di adattabilità. Una persona flessibile è infatti maggiormente disponibile alla definizione di nuovi obiettivi e naturalmente più propensa al cambiamento in modo estremamente dinamico. 

Ora dovresti avere le idee un po’ più chiare. Non ti resta che aggiornare il curriculum vitae e iniziare una nuova vita professionale, più soddisfacente e felice di prima.

< torna alla pagina precedente