che cos’è il PNRR.

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) descrive quali progetti il nostro Paese intende realizzare grazie ai fondi comunitari previsti dal programma Next generation Eu e stanziati in risposta alla crisi causata dalla pandemia.

Il progetto delinea come tali risorse saranno gestite e presenta anche un calendario di riforme collegate finalizzate in parte all’attuazione del piano e in parte alla modernizzazione del paese. 

Il Piano è organizzato in 6 Missioni, ciascuna delle quali rappresenta un’area tematica di investimento:

  1. Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura;
  2. Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica;
  3. Infrastrutture per una Mobilità Sostenibile;
  4. Istruzione e Ricerca;
  5. Inclusione e Coesione;
  6. Salute

leggi il nostro comunicato stampa

scopri di più

lo scenario.

Le misure del PNRR rappresentano per il nostro Paese un potenziale significativo in termini occupazionali. Nel Piano si stima entro il 2026 un incremento occupazionale del 3,2% rispetto allo scenario di base senza PNRR, che in valori assoluti si traduce in circa 730.000 nuovi posti di lavoro. In particolare gli incrementi più significativi saranno trainati dalla trasformazione digitale, a seguito della quale si stimano circa 205.000 nuovi posti di lavoro, e dalla rivoluzione “green”, con circa 182.000 nuovi occupati.

Anche le professioni dovranno certamente adattarsi ai forti cambiamenti in corso. Uno degli ambiti che vedrà la creazione di nuovi profili professionali e lo sviluppo di profili già esistenti è quello dell’economia circolare. Un recente studio di Randstad Research, evidenzia come siano oltre 200 le nuove professioni dell’economia circolare: dal designer circolare, al gestore della logistica inversa, passando per l’imprenditore  e per gli ingegneri gestionali che dovranno guidare le aziende nell’innovazione. 

Le opportunità per il rilancio dell’occupazione sono molteplici e necessitano di un impegno congiunto da parte di Istituzioni, mondo formativo e delle imprese per poterle cogliere appieno: in particolare, il PNRR mette a disposizione risorse e investimenti importanti per migliorare le competenze di base, combattere l’abbandono scolastico, potenziare il sistema formativo post secondario puntando in maniera significativa su ITS, università e lauree professionalizzanti, favorire l’accesso qualificato al lavoro con le politiche attive, sviluppare centri di ricerca e attività innovative.

I progetti di Randstad per il PNRR.

un’opportunità da cogliere insieme.

scopri come Randstad supporta il PNRR e la crescita della tua azienda.

contattaci

sei un'azienda e vuoi maggiori informazioni?

scopri il piano Randstad a supporto del PNRR